PRESENTAZIONE

Di fronte alla grave crisi globale che mette in luce le profonde fratture sociali ed economiche, di fronte alla chiusura dei confini europei, e l’esternalizzazione della gestione dei flussi, di fronte a restrizioni alla libertà di movimento che causano massicce violazioni dei diritti umani delle persone in esilio, lungo tutte le rotte migratorie, sulle strade e all’interno dell’Europa e in vista della criminalizzazione dei cittadini che agiscono secondo principi di solidarietà e della necessità di attuare politiche pubbliche che promuovano l’uguaglianza e la giustizia sociale per migranti e rifugiati …

FSEM Lisboa - Forum Social Europeu das Migrações

I movimenti sociali e collettivi delle organizzazioni della società civile di diversi paesi europei promuovono il primo Forum sociale europeo per la migrazione (FSEM)
Un mondo diverso è possibile: un grido che ci commuove, ci coinvolge e ci incoraggia a difendere la vita, a promuovere la solidarietà, la pace e a pensare al futuro del pianeta come a una casa. Una pandemia ha messo in luce la fragilità di un sistema politico, sociale ed economico di esclusione, incapace di tutelare i diritti umani di immigrati e rifugiati.
Il Forum Sociale Europeo sulle Migrazioni, più che possibile, è urgente e necessario! È un’opportunità per pensare collettivamente dai forum sociali regionali sulle migrazioni al futuro dell’umanità e al futuro del pianeta. È un invito a pensare alle migrazioni come snodo per costruire un nuovo paradigma realmente inclusivo e etico per un futuro sostenibile e con giustizia sociale. È un forum di speranza e un invito all’azione globale, alla responsabilità condivisa e alla promozione della cittadinanza universale per il benessere dell’intera famiglia umana, la grande comunità della vita e delle generazioni future.

PRECEDENTI EDIZIONI

Il Forum Sociale Migrazioni (FSM) è nato a Porto Alegre nel 2004 come sezione del World Social Forum, con l’obiettivo principale di costruire convergenze e modelli alternativi per la governance partecipativa delle migrazioni. È un processo orizzontale, decentralizzato e autogestito, la cui dinamica di costruzione e realizzazione privilegia spazi di discussione democratica, con scambio di esperienze, apprendimento, produzione accademica e articolazione tra una diversità di attori sociali che agiscono intorno alle migrazioni e all’asilo.


In oltre 16 anni di esistenza, il forum sociale migrazioni si è già tenuto in Brasile nel 2004 e nel 2016, in Spagna nel 2006 e nel 2008, in Ecuador nel 2010, nelle Filippine nel 2012, in Sud Africa nel 2014 e in Messico nel 2018. Il primo Forum Sociale Migrazioni del continente Americano si è tenuto virtualmente dal 22 al 25 ottobre 2020 in Uruguay, con  30 attività virtuali, 550 partecipanti in rappresentanza di 352 organizzazioni e 38 paesi.

Il primo Forum Sociale Europeo sulle Migrazioni è previsto per marzo 2021 a Lisbona e si svolgerà in modalità mista, coinvolgendo dibattiti virtuali per assi tematici e pre-forum di persona, sempre nel rispetto delle linee guida di sicurezza sanitaria.

Obiettivi

Analizzare le politiche migratorie e pensare al futuro della mobilità umana, delle politiche pubbliche e delle pratiche di asilo e integrazione dopo COVID-19.

Avviare un ambiente di discussione, costruito dalle diaspore e con le organizzazioni della società civile, per l’attuazione di politiche alternative e partecipative.

Costruire una dinamica di azione della società civile in rete a livello europeo, coinvolgendo una diversità di attori, con protagonisti migranti e rifugiati.

SEGUI TRAMITE I SOCIAL NETWORK